201407.16
1

Si prescrive in cinque anni il diritto della mandante alla restituzione degli anticipi provigionali indebitamente versati all’agente

IL CASO: è quanto ha stabilito il Tribunale di Bari, sezione Lavoro, con sentenza n. 12726/2013, in un giudizio patrocinato dallo studio Massarelli, nel quale la società Alfa aveva convenuto in giudizio il suo ex agente (Beta) per sentirlo condannare alla restituzione delle provvigioni versategli in eccedenza rispetto al credito effettivamente maturato a tale titolo.

PRINCIPIO DI DIRITTO: il Tribunale di Bari, con la sentenza in oggetto, ha precisato che “in caso di cessazione del rapporto di lavoro, le indennità spettanti sono assoggettate alla prescrizione quinquennale ex art. 2948 n.5 c.c. ” e che con riferimento “al preteso rimborso degli anticipi provvigionali versati in eccedenza, opera ugualmente la prescrizione quinquennale di cui all’art. 2948 c.c. n.4.

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *