201604.15
0

La provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo può essere fondata anche solo sulle risultanze del bilancio della società debitrice

E’ quanto ha stabilito il Tribunale di Bari, con decreto ingiuntivo del 19/2/2016, con il quale, accogliendo le istanze in tal senso formulate dalle società ALFA, patrocinata dallo studio Massarelli, ha emesso pronuncia monitoria provvisoriamente esecutiva, in danno della società BETA, ritenendo, a tal fine, che le criticità rilevabili dal bilancio della società debittice depositato presso il Registro Imprese, integrassero ex se il periculum in mora, ai fini della provvisoria esecuzione che era stata richiesta, ai sensi e per gli effetti dell’art. 642 cpc

Si legge infatti nella suddetta pronuncia monitoria che deve ritenersi sussistente “il dedotto pericolo di grave pregiudizio nel ritardo, attese le risultanze dell’ultimo bilancio di esercizio approvato dall’ingiunta

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *