201606.24
0

In presenza di seri argomenti , sollevati dall’opponente, sul superamento del tasso soglia e sull’illegittima ricapitalizzazione degli interessi , il decreto ingiuntivo ottenuto dalla banca va sospeso nella sua esecutività

E’ quanto ha statuito il Tribunale di Bari,  con ordinanza del 13 aprile 2016, a firma del dott. Rana, nel corso di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, promosso dalla  società Alfa (assistita dall’avv. Roberto Massarelli) nei confronti della banca Beta, la quale aveva chiesto ed ottenuto la suddetta pronuncia monitoria, con formula provvisoriamente esecutiva.

Si legge, nella suddetta ordinanza del 13 aprile 2016, a firma del dott. Rana, quanto segue: “quanto ai gravi motivi (….) parte opponente evidenzia con seri argomenti il superamento del tasso soglia antiusura con riferimenti alle condizioni applicate ai rapporti in essere e, come affermato dalla giurisprudenza, costituiscono gravi motivi ai sensi dell’art. 649 cpc le specifiche contestazioni attinenti alla violazione della normativa in materia di usura ed anatocismo, con illegittima capitalizzazione degli interessi ed indeterminatezza degli stessi  (….) PQM sospende la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto “

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *