202209.29
0

Fideiussioni ABI nulle e risarcimento danni

La nullità parziale delle fideiussioni ABI – ha ritenuto la Corte d’Appello di Bari in giudizio patrocinato dall’avv. Massarelli – apre la strada al risarcimento danni ed alla domanda di ripetizione d’indebito

Su istanza dell’avv. Roberto Massarelli, la Corte d’Appello di Bari, con sentenza del giugno 2022, dopo aver dichiarato parzialmente nulle, per violazione della legge antitrust, le fideiussioni omnibus che replichino gli schemi ABI censurati da Bankitalia, ha indicato la strada della ripetizione d’indebito e del risarcimento danni, a tutela del garante che abbia subito l’escussione della fideiussione.

Si legge nella sentenza della Corte, che la nullità delle intese a monte, per violazione della legge antitrust, implica anche la nullità del contratto fideiussorio a valle, sebbene limitatamente alle clausole che costituiscano applicazione degli schemi ABI censurati da Bankitalia con provvedimento n. 55/2005 (artt. n. 2-6-8). Sul punto, per altro, la Corte ha evidenziato l’imprescrittibilità dell’azione di nullità e la possibilità per il fideiussore che abbia subito l’escussione della garanzia di promuovere “domanda di ripetizione d’indebito ex art. 2033 cc., ricorrendone i presupposti, nonché l’azione di risarcimento danni

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *