202210.25
0

NO ALLA REVOCA DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO CHE RIFIUTA LA CONSEGNA DEI DOCUMENTI

Accogliendo le difese formulate dall’avv. Roberto Massarelli, il Tribunale di Bari (Presidente dott. Sergio Cassano e relatore dott. Gianluca Tarantino) con decreto del 16/9/2022, ha rigettato il ricorso per revoca dell’amministratore di condominio, ricorso fondato, tra l’altro, sulla mancata consegna della documentazione ai condomini.

La revoca dell’amministratore di condominio – precisa il Tribunale – non può fondarsi de plano sulla mancata consegna della documentazione che venga richiesta, prima e fuori dalla sede naturale della rendicontazione annuale.

Rileva il Tribunale che il condomino che lamenti il mancato accesso alla documentazione condominiale, deve dimostrare uno specifico interesse alla relativa acquisizione, dal momento che (fuori dalla sede dell’approvazione del bilancio) “non sussiste alcun diritto del singolo condomino di ricevere risposta e, specularmente, alcun obbligo dell’amministratore di rispondere (tempestivamente) alle richieste (dal primo) inoltrate”.

Il Tribunale di Bari ha cioè chiarito che “in tema di condominio negli edifici, il potere del singolo condomino di controllare la gestione dell’amministratore e la documentazione ad essa inerente sussiste, normalmente, in sede di rendiconto annuale presentato dall’amministratore medesimo, nonché di approvazione del bilancio da parte dell’assemblea, mentre, all’infuori di tale sede, il diritto del condomino stesso di ottenere dall’amministratore l’esibizione di determinati documenti contabili può essere riconosciuto solo ove si deduca e dimostri uno specifico interesse al riguardo

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *