201705.25
1

Ai fini della rilevazione della usurarietà dei tassi applicati, nel corso del rapporto di conto corrente, deve tenersi conto, nel calcolo del TEG, delle commissioni di massimo scoperto

Il fatto: è quanto ha statuito il Tribunale di Bari – Sez. Stralcio di Rutigliano, con sentenza n. 2163/2017, pubblicata il 26/04/2017, a firma della dott.ssa Cristina Fasano, che ha accolto l’opposizione al decreto ingiuntivo richiesto dalla banca, in danno della società obbligata principale e dei fideiussori, opposizione promossa, per conto di quest’ultimi, dall’avv. Roberto Massarelli.

Il principio di diritto: con la suddetta sentenza n. 2163/2017 la dott.ssa Cristina Fasano, del Tribunale di Bari – sez. Stralcio di Rutigliano, ha fatto proprie, in tal senso, le istanze formulate dagli opponenti, patrocinati dall’avv. Roberto Massarelli. La dott.ssa Fasano ha infatti condiviso l’elaborato del CTU che, nel ricalcolare il saldo del conto, ai fini del calcolo del TEG, aveva incluso le commissioni di massimo scoperto, ai fini delle verifiche di usurarietà dei tassi debitori applicati.

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *