201704.26
0

Non costituisce valido motivo, per il rigetto dell’istanza di rimborso formulata dal contribuente, il fatto che l’Amministrazione Finanziaria abbia impugnato la sentenza del Giudice Tributario che abbiano posto nel nulla il carico tributario

Il fatto: E’ quanto ha statuito la Commissione Tributaria Provinciale di Bari, con sentenza n. 1022/14/2017, depositata il 3 aprile 2017, in un giudizio promosso da una società, patrocinata dall’avvocato Roberto Massarelli, la quale, dopo aver presentato istanza di rimborso iva, aveva impugnato il silenzio-rifiuto dell’Agenzia delle Entrate. L’Amministrazione si era difesa in giudizio sostenendo che, pur non esistendo in effetti ulteriori carichi tributari, a seguito di una serie di pronunce emesse, sia dalla CTP che dalla CTR, sentenze che avevano posto nel nulla gli atti di accertamento, dette pronunce erano state impugnate nei gradi superiori di giudizio.

Il principio di diritto: La Commissione Tributaria Provinciale di Bari, accogliendo le difese in tal senso svolte, per conto della società ricorrente, dall’avvocato Roberto Massarelli, con sentenza n. 1022/14/2017, ha precisato che l’articolo 23 del D.Lgs. 472/1997 e successive modifiche, non richiede il passaggio in giudizio della sentenza che abbia annullato il carico tributario”

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *