201709.15
0

lo stato di insolvenza, ai fini della dichiarazione di fallimento, quando la società è in liquidazione, può desumersi dal fatto che gli elementi dell’attivo patrimoniale, non consentano di assicurare l’integrale soddisfacimento dei creditori sociali

Il fatto: è il principio espresso dal Tribunale di Trani, con sentenza n 42/2017, a firma del dott. Binetti, in un procedimento per dichiarazione di fallimento, avviato dall’avvocato Roberto Massarelli, per conto di un imprenditore che vantava crediti di fornitura nei confronti della società fallenda

Il principio di diritto: con la suddetta sentenza n 42/2017 il Tribunale di Trani ha chiarito che “quando la società è in liquidazione, la valutazione del giudice, ai fini dell’applicazione dell’articolo 5 legge fallimentare, deve essere diretta unicamente ad accertare se gli elementi attivi del patrimonio sociale consentono di assicurare l’eguale ed integrale soddisfacimento dei creditori sociali

Stampa questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *